Arrivi e partenze nella Polizia Penitenziaria

Arrivi e partenze nella Polizia Penitenziaria

Tante e contrastanti le voci sulle prossime assunzioni nella Polizia Penitenziaria che si rende necessaria un po’ di chiarezza. Iniziamo, prima di tutto, con le assunzioni legate al turn-over 2008 e pari a 55 unità; la partenza per il corso (il 162°) deve obbligatoriamente avvenire entro il 2010, tant’è che si parla della data del 27 dicembre, per i primi idonei non vincitori della rimanente graduatoria del concorso per 219 posti. Entro marzo 2011 poi, ma si è ancora in attesa del relativo DPCM (Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri) autorizzativo che invece già c’è stato per Polizia di Stato e Carabinieri, dovrebbero raggiungere le Scuole del Corpo altre 760 unità (163° corso), relative al turn-over 2009 e che, ai sensi della Legge Finanziaria 2010 (L. 23 dicembre 2009, n.191), dovrebbe essere pari all’intero numero dei pensionamenti nello stesso 2009; le ulteriori assunzione dovrebbe esaurire completamente la graduatoria degli idonei del concorso a 219 posti. Sia per il 162° corso e sia per il 163° corso, come previsto dalla legge sulla detenzione domiciliare con 12 mesi di pena residua, approvata in Parlamento lo scorso 17 novembre e ancora non pubblicata sulla G.U., la ridotta durata del corso (6 mesi invece che 12) deve essere stabilita mediante apposito D.M. Sempre per quanto riguarda il turn-over 2010 e 2011, la Legge Finanziaria 2010 stabilisce la possibilità di assumere, negli anni 2011 e 2012, circa 1.000 unità aggiuntive che, ovviamente, dovranno essere “prelevate” dai vincitori e dai successivi idonei del recente concorso a 600 posti (500 uomini e 100 donne) anche in questo caso previi DD.PP.CC.MM. autorizzativi. Altrettanto, le assunzioni nella Polizia Penitenziaria previste dalla legge sulla detenzione domiciliare con 12 mesi di pena residua, approvata in Parlamento lo scorso 17 novembre e ancora non pubblicata sulla G.U., per una quantificazione delle risorse economiche non ancora ben chiara, dovrebbe consentire l’assunzione di ulteriori 1.600 unità a partire dal 2011, secondo scaglioni ed in base ad una divisione tra personale maschile e personale femminile non ancora definiti. Anche in questo caso le unità necessarie saranno attinte dagli idonei non vincitori del concorso a 600 posti che, molto probabilmente, saranno in numero inferiore tale da rendere necessario un nuovo concorso a fine 2011.

23/11/2010

Scarica il documento originale Scarica il documento originale

Condividi su Facebook Condividi su Twitter
OSAPP.IT