CARCERI/OSAPP: tentata evasione di un detenuto Alta Sicurezza dall’Ospedale Loreto Mare di Napoli. Nella cattura ferito un poliziotto penitenziario

Alle ore 11,30 circa odierne, un detenuto sottoposto al regime di “Alta Sicurezza” P. P. di anni 23, imputato, ristretto presso il reparto Avellino della Casa Circondariale di Napoli Poggioreale, e ricoverato con urgenza presso il reparto ortopedia dell’Ospedale Loreto Mare di Napoli, ha tentato di evadere lanciandosi dalla finestra del primo piano. Il poliziotto penitenziario, per impedire la fuga, si è a sua volta lanciato dalla stessa finestra del primo piano dell’Ospedale riuscendo ad impedire la fuga ma restando incastrato negli intercapedini e mura sottostanti tanto che sì è reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco per liberare il poliziotto che veniva successivamente ricoverato a seguito delle lesioni riportate.
A dare la notizia è l’O.S.A.P.P. – (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) per voce del Segretario Generale Leo Beneduci che dichiara.
“Siamo alle solite, per garantire sicurezza e legalità nelle carceri è sempre la Polizia Penitenziaria che ci rimette in termini di incolumità fisica e questo purtroppo è diventata la regola nell’attuale gestione del sistema penitenziario Italiano. Peraltro – conclude il leader dell’OSAPP – visto che si fa tanto parlare di maggiori diritti ai detenuti come da ultimo il Presidente della Repubblica Mattarella sarebbe il momento che qualcuno e soprattutto gli attuali responsabili del Dicastero della Giustizia, cominciassero a porsi domande sui diritti del personale di Polizia Penitenziaria e sulle condizioni lavorative all’interno delle attuali carceri Italiane”.