sotto accusa “Storie di Polizia Penitenziaria”

Io accuso

Mi chiamo Leo Beneduci e sono Segretario Generale dell’OSAPP e in cio’ mi firmo e contestualmente accuso pubblicamente i cd. “autori” del sito “Storie di Polizia Penitenziaria” la cui identita’ e’ a tutti sconosciuta, al contrario della mia, di affermare subdolamente il falso rispetto alla non avvenuta aggressione da parte del detenuto Vallanzasca Renato nei confronti di un appartenente alla Polizia Penitenziaria presso la Casa di Reclusione alcuni giorni or sono.
Sconosciute e ben chiare al contempo le ragioni di tale azione da parte di coloro che agiscono sotto la copertura del sito suddetto (con il beneplacito del Dap e l’appoggio di qualche sigla sindacale?) e di cui si dice vi sia fra essi almeno un direttore e un comandante di reparto abbastanza “vigliacchi” dal non mostrarsi mai
Ben chiare infatti le ragioni di tale comportamento, laddove l’OSAPP da me rappresentato ha sempre agito a tutela dei Colleghi/e e del Corpo, ha sempre combattuto e sempre combattera’ per la Polizia Penitenziaria contro la confusione e il disastro delle carceri e della politica sindacale ed ha nel contempo sempre affermato, atti e documenti alla mano, come in questo caso, cosa realmente accade nelle carceri in danno grave delle donne e degli uomini del Corpo nostri fratelli e colleghi.
Leo Beneduci – Segretario Generale OSAPP